Crea sito

Recuperi serie A2: allungano le due capoliste De Akker e Nuoto Catania.

Si sono giocati, ieri, i recuperi di serie A2 di pallanuoto maschile. De Akker Bologna e Nuoto Catania, prime in classifica rispettivamente nel girone Nord-Est e nel girone Sud, affrontavano le squadre ultime in classifica. La partita contro il Plebiscito Padova, per i bolognesi, è stata sin dall’inizio una gara senza storia. Per la Nuoto Catania è stato un derby thrilling e ha dovuto faticare più del dovuto contro l’UNIME con Giorgio La Rosa autore di ben 9 reti. Per la squadra di Dato questo è stato il primo dei due recuperi di serie A2, il prossimo non è ancora stato deciso quando si giocherà.

DE AKKER-PLEBISCITO PADOVA 15-9 (4-1, 3-1, 3-3, 5-4)

Vittoria e playoff conquistati matematicamente con due giornate d’anticipo. La squadra di Perez non si lascia sfuggire la ghiotta occasione di allungare e confermarsi saldamente al primo posto in classifica. Partono forte i bolognesi che sin dal primo minuto mettono in chiaro la situazione. Nel primo tempo, Pliskevic, Baldinelli e Guerrato portano i felsinei sul 3 a 0, interrotto dal gol patavino di Rolla, chiude su rigore Cocchi per il 4 a 1 in favore della De Akker. Nel secondo tempo il Padova accorcia nuovamente con Rolla ma uno scatenato Guerrato mette a segno tre reti che portano i felsinei in vantaggio per 7 a 2 a metà tempo.

Il 3° parziale finisce 3 a 3, caratterizzato da grande equilibrio in vasca tra le due formazioni. Sul 10 a 5 per la formazione di casa, indirizzati verso la vittoria, si accende il 4° parziale in uno scoppiettante 5 a 4. Finisce 15 a 9 per i bolognesi che festeggiano in vasca, adesso che anche la matematica ha dato l’assenso, l’accesso agli spareggi promozione. Sabato prossimo è di nuovo campionato, i felsinei ospitano la Reale Mutua Torino del capocannoniere Ettore Novara.

Stefano Guerrato autore di 4 reti e protagonista nel match contro il Plebiscito Padova.
CATANIA-UNIME 13-11 (3-4, 3-3, 4-2, 3-2)

Nel recupero della 6a giornata di serie A2, alla Piscina Francesco Scuderi, un testacoda molto complicato. Da un lato la capolista Nuoto Catania, prima a punteggio pieno e proiettata ai playoff. Dall’altro una squadra, quella messinese, che non è rassegnata a recitare il ruolo di cenerentola del girone. La squadra di Mister Naccari, nel primo tempo, dopo aver subito il primo gol dei 9 gol di Giorgio La Rosa dà il via a un match avvincente con Cusmano, Vittorioso ed Eskert in cattedra. Mister Dato alterna i due portieri, Caruso e Baggi Necchi, durante il match ma la Nuoto Catania sembra faticare più del dovuto. Nel secondo tempo la scena è tutta del catanese La Rosa e del messinese Eskert a segno con due reti ciascuno.

Giorgio La Rosa autore di ben 9 reti nell’incontro disputato ieri

Nel terzo parziale, dopo il rigore fallito dal catanese Privitera, è ancora Giorgio La Rosa a siglare 4 reti intervallate dai gol di Cama e Vittorioso per l’UNIME portando il punteggio sul 10 a 9 per la Nuoto Catania. Nell’ultima frazione di gioco, il Messina pareggia con Eskert ma Catania e Privitera, che stavolta non fallisce il tiro di rigore, portano il risultato sul 12 a 10. C’è tempo per un ultimo gol di La Rosa e di Vittorioso che fissano il punteggio definitivo sul 13 a 11.

Gaetano Nardone

Gaetano Nardone

Sono laureato in relazioni internazionali e trasformazione dei conflitti. Dai racconti delle persone vulnerabili nasce la mia passione per la scrittura. Mi occupo da anni di migrazione ed integrazione e di Balcani dove da volontario mi sono occupato di scrittura e redazione di articoli e reportage sul campo. Lo sport, particolarmente quello di squadra, è stato sempre al centro dei miei interessi e studi, inteso come strumento di aggregazione, integrazione ed inclusione sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!