Crea sito

Emozioni da Champions: gli avversari dell’Ortigia negli scatti di Mfsport.

Volevamo racchiudere in pochi scatti fotografici la straordinaria stagione europea vissuta dal Circolo Canottieri Ortigia che quest’anno ha regalato ai propri tifosi il sogno di disputare la LEN Champions League. In questo articolo, “Emozioni da Champions”, vogliamo ripercorrere ancora una volta la gioia e la soddisfazione di aver partecipato alla massima competizione europea. Lo abbiamo fatto ricostruendo, attraverso le foto e un breve estratto delle interviste rilasciate ad Mfsport, il “viaggio” fatto in Europa insieme ai nostri ragazzi. Con umiltà, con passione e con la voglia di portare avanti i nostri sogni e i nostri progetti: far innamorare, sempre più persone, di questo bellissimo sport, la Pallanuoto. Arrivederci al prossimo anno perché l’Europa ci aspetta!

Emozioni da Champions” con il mancino Ugo Crousillat del CN Marsiglia.

Siamo una buona squadra e stiamo lavorando duro da cinque mesi per prepararci al meglio a questa competizione. Daremo il 100% in ogni partita e vedremo cosa accadrà, l’importante è partire concentrati e lottare per non avere alcun rimpianto.

Ugo Crousillat
Emozioni da Champions“: il capitano Konstantinos Mourikis e Dusan Mandic durante il match tra Olympiacos e Pro Recco.

Le nostre performance negli ultimi anni sono state davvero buone ed intendiamo rispettare i pronostici anche quest’anno. Nonostante abbiamo cambiato molti elementi, come capitano darò il 100% aiutando i miei compagni a raggiungere i nostri obiettivi verso la Final Eight e la vittoria del campionato.

Konstantinos Mourikis
Emozioni da Champions” con la calottina n.9 di Alexandros Papanastasiou che prova a fermare un tiro del mancino dell’Ortigia Valentino Gallo.

Giocare nello Jug è per me, per la grande storia sportiva che il club rappresenta, un indescrivibile motivo d’orgoglio. Mi sento davvero fortunato di poter giocare per questo prestigioso club e sento la responsabilità di dover dare sempre il massimo, ogni giorno, per aiutare i miei compagni a vincere il più possibile

Alexsandros Papanastasiou
Emozioni da Champions” con Marin Restovic mancino della squadra tedesca dello Spandau 04.

Il mio sogno più grande, come credo ogni pallanotista, è quello di partecipare, almeno una volta nella vita, ai Giochi Olimpici. Quando avrò realizzato questo sogno e deciderò di smettere vorrei diventare allenatore per trasmettere, ai giovani, questo mio grande amore per la pallanuoto.

Marin Restovic
Emozioni da Champions” con Marios Kapotsis nazionale greco e attaccante dell’Olympiacos.

Come tutti ho un sogno nel cassetto. A livello sportivo, non avrei dubbi. Sarebbe bellissimo se riuscissimo a vincere una medaglia alle prossime Olimpiadi di Tokyo. Poi, ci sono i sogni a livello personale, quelli intimi, che spero di realizzare coniugando la vita sportiva con quella privata. Costruire una bella famiglia e avere successo nella mia vita professionale, è qualcosa che vorrei realizzare nel prossimo futuro.

Marios Kapotsis
Emozioni da Champions” con Igor Kovacevic capitano del CN Marsiglia.

Prima di ogni partita, ma anche al mattino, prima di iniziare la mia giornata, mi dedico alla meditazione. Mi rilassa e mi fa concentrare sull’obiettivo che ho davanti. Penso sempre che siamo fortunati e privilegiati a poter giocare e vivere quotidianamente del nostro sport. Mi piacerebbe, però, vedere più atleti, che hanno smesso ormai di giocare, contribuire attivamente nei loro club per rendere più visibile il nostro sport più alle persone che non lo praticano. Sono convinto che se lo sport ti ha dato molto, devi restituirgli qualcosa indietro.

Igor Kovacevic
Emozioni da Champions” con Luka Lončar centroboa della formazione croata dello JUG Dubrovnik.

Aver conquistato la final-eight in anticipo ci ha permesso di poter lavorare con serenità alle partite successive. Non conosciamo ancora contro chi giocheremo nel prossimo turno ma sappiamo bene che la competizione diventerà sempre più difficile con squadre molto ben organizzate. Un nome su tutte? Brescia e Barceloneta sono avversarie che giocano una pallanuoto veloce e moderna. Il nostro obiettivo sarà puntare a giocarci la finale, magari contro quella che è al momento la squadra più forte in assoluto, la Pro Recco. Sarebbe fantastico vincere la Coppa dei Campioni contro i più forti in assoluto.

Luka Lončar
Emozioni da Champions” con Nikola Dedovic, giocatore serbo dello Spandau 04.

Prima di tutto, spero che i Giochi Olimpici si possano svolgere vista la situazione pandemica. Sto lavorando sodo per essere selezionato dal ct della nazionale serba e spero di poter partecipare alle prossime Olimpiadi. Per quanto riguarda la Champions, penso che al momento ci siano quattro o cinque squadre favorite per la vittoria finale, quindi non vedo una squadra favorita. Molto dipenderà dallo stato psico-fisico di tutti i giocatori che arriveranno in finale. Noi ci riproveremo il prossimo anno con la consapevolezza che Belgrado non è così lontana.

Nikola Dedovic

Clicca qui per saperne di più sulla stagione 2020/2021 della Len Champions League

Gaetano Nardone

Sono laureato in relazioni internazionali e trasformazione dei conflitti. Dai racconti delle persone vulnerabili nasce la mia passione per la scrittura. Mi occupo da anni di migrazione ed integrazione e di Balcani dove da volontario mi sono occupato di scrittura e redazione di articoli e reportage sul campo. Lo sport, particolarmente quello di squadra, è stato sempre al centro dei miei interessi e studi, inteso come strumento di aggregazione, integrazione ed inclusione sociale.

error: Content is protected !!