Crea sito

Pallanuoto Finale Scudetto: il Brescia vince gara 4 ed è campione d’Italia.

Dopo un lunghissimo regno Pro Recco, il Brescia si laurea campione d’Italia vincendo gara 4 per 11-10. Partita infinita con il Brescia che ha saputo sempre stare avanti e reagire al ritorno del Recco rimanendo uniti, senza mai disgregarsi. Brescia è stata un fortino per 4 tempi, attaccando con lucidità e difendendo con i denti la propria porta. Marco Del Lungo è stato semplicemente magistrale nel ribattere decine di tiri dei forti avversari. Già dal primo tempo si è visto che la partita di ieri aveva lasciato poche scorie sui lombardi. Al primo gol di Recco, con Stefano Luongo, rispondono subito Nikolaidis e Renzuto. I liguri si riportano in parità con di Fulvio ma è Dolce, con una doppietta, a fissare il risultato del primo tempo sul 4-2.

Timeout An Brescia AN Brescia (calottina chiara) – Pro Recco (calottina scura) Finale scudetto pallanuoto maschile 2020/2021 Piscina Mompiano Brescia (BS) 26/05/2021 Foto Andrea Masini / Deepbluemedia / Insidefoto

Inizia il secondo tempo e Lazic si procura subito il rigore che Cannella trasforma nel +3. Echenique (carambola) e Nick Presciutti (a tu per tu con Del Lungo) ricuciono lo strappo. Ivovic va nel pozzetto per il secondo fallo personale e Brescia torna a +3 sfruttando le superiorità numeriche (nella seconda era fuori Mandic). Anche Renzuto e Gitto hanno due falli da gestire. Del Lungo garantisce le chiusure. Recco a fatica torna a -1; prima Figlioli dal perimetro, poi Aicardi in torsione. 7-6 all’intervallo di cinque minuti. 

Timeout Pro Recco AN Brescia (calottina chiara) – Pro Recco (calottina scura) Finale scudetto pallanuoto maschile 2020/2021 Piscina Mompiano Brescia (BS) 26/05/2021 Foto Andrea Masini / Deepbluemedia / Insidefoto

Nel terzo tempo si affida all’estro di Mandic (doppietta). Ma il Brescia è quasi perfetto e con Dolce (altri due gol e fanno 4), Cannella e il capitano Christian Presciutti torna a +3. Ultimo tempo frenetico. Younger marca il -2 e, con Figlioli, arrivano ad una rete dagli avversari. Brescia soffre e si rifugia nelle mani di Del Lungo. Dalla panchina del Recco Hernandez chiama time out quando mancano 90 secondi. Cennella stoppa l’azione e Brescia respira. Ultimi 30 secondi: va in attacco anche Bijac. Il tiro di Echenique termina sul fondo. Brescia è campione d’Italia. Onore al Brescia: le uniche due sconfitte del Recco finora sono arrivate per mano di Presciuttti e compagni. Le parole dei protagonisti.

Foto Andrea Masini / Deepbluemedia / Insidefoto

Volevo lasciare qualcosa al Brescia. Una società che mi ha dato tanto. E’ stata una scelta sofferta ma è motivo di crescita per un atleta quella di cambiare società. L’ultimo tempo è stato interminabile, abbiamo sofferta ma ce l’abbiamo fatta. Va bene così. Marco Del Lungo

Non ho parole non so neanche chi devo ringraziare. Sono anni che aspetto questo momento. Abbiamo sofferto queste 4 gare ma eravamo convinti di potercela fare. Devo ringraziare la società che ha fatto una squadra fatta non di atleti ma di uomini. Abbiamo sofferto ma abbiamo vinto. Il capitano del Brescia Christian Presciutti

Faccio i complimenti al Brescia. Hanno meritato questo scudetto e noi no. Non abbiamo avuto fame, abbiamo fatto troppi errori e così non si può vincere. Abbiamo fatto troppi errori difensivi e, giustamente, ne hanno approfittato. Gaby Hernandez

Foto in copertina di Andrea Masini / Deepbluemedia / Insidefoto

Filippo Sicali

Laureato in Economia e Commercio, esperto di marketing e fotografia, ho cercato di coniugare la conoscenza della composizione dell'immagine con i moderni linguaggi digitali. Co-founder nel 2019 del progetto MFSport.net, con una linea editoriale snella ma completa, che basa sull'immagine la forza comunicativa.

error: Content is protected !!