Weekend spezzatino nella pallanuoto maschile; 2 gare in A1, 1 in A2.

Si conclude con la vittoria della Pro Recco per 13 a 3, a Siracusa, contro l’Ortigia il weekend spezzatino dei due campionati principali di pallanuoto. Nella giornata di ieri, sempre in serie A1 maschile, la vittoria in trasferta, ad Anzio, della Pallanuoto Trieste per 13 a 9 contro la squadra laziale. Nell’unica partita disputata ieri in A2 maschile, nel girone Sud, importante vittoria del Latina per 12 a 9 nello scontro salvezza contro l’Acquachiara.

Alberto Agostini numero 10 dell’Anzio Waterpolis – foto di Gaetano Nardone.

ANZIO WATERPOLIS – PALLANUOTO TRIESTE 9-13 (2-3; 1-2; 1-4; 5-4) giocata ieri.

Il Trieste espugna la vasca dell’Anzio Waterpolis guadagnando 3 punti preziosi che la proiettano subito dietro le due grandi Recco e Brescia. La squadra di mister Bettini, orfana di Mezzarobba, dopo due tempi in sostanziale equilibrio, compie lo strappo per la vittoria nel terzo tempo con un parziale di 4 a 1 che porta a +5 il vantaggio degli alabardati. La squadra anziate di mister Tofani si è distinta per non aver mollato rimanendo fino all’ultimo sulla scia dei triestini. Si chiude il girone di andata in cui entrambe le squadre possono ritenersi soddisfatte per gli obiettivi prefissati ad inizio stagione.

Federico Piccionetti, secondo portiere dell’Ortigia che ben si è comportato nella partita contro il Recco – foto di M. Cinardo

ORTIGIA SIRACUSA – PRO RECCO 3-13 (2-5; 0-3; 0-3; 1-2)

Vince, senza particolare affanno, la capolista Pro Recco alla piscina Paolo Caldarella di Siracusa. Ritorna il pubblico sugli spalti di Siracusa in un match che vede diversi assenze in acqua. Nell’Ortigia, con Tempesti e i fratelli Condemi out, esordio in prima squadra per Enrico Tringali (fratello di Andrea giocatore della Nuoto Catania) e Ruggiero come secondo portiere. Tra i liguri diversi assenti tra cui Echenique, Figlioli, Loncar e Bertoli. L’Ortigia resta in partita un tempo o poco più. Contro la precisione chirurgica di Di Fulvio e Zalanki, i migliori in vasca oggi, c’è stato poco da fare. Un’Ortigia volenterosa ma che ha sbagliato anche tanto in alcune fasi di gioco. Forse il pensiero della squadra era già rivolto alla partita di mercoledì a Palermo contro il Telimar nel match di andata di EuroCup. Le tre reti biancoverdi portano la firma di Gallo, Vidovic e Klikovac.

Il mancino dell’Acquachiara Matteo Aiello autore di 5 reti nella partita contro il CN Latina – foto di M. Cinardo

CN LATINA – ACQUACHIARA ATI 2000 12-9 (1-1; 4-5; 5-2; 2-1) giocata ieri.

Nel weekend spezzatino l’unica partita giocata è stata lo scontro diretto per la salvezza tra la neopromossa Latina e l’Acquachiara. I pontini escono vittoriosi guadagnando così 3 punti fondamentali per la corsa alla salvezza. Non basta ai ragazzi di mister Fasano l’ottima prova del mancino Matteo Aiello autore di ben 5 reti. La squadra di casa esce nel finale e sugella la vittoria tra la fine del terzo e l’inizio del quarto tempo. La vittoria dei padroni di casa porta la firma dei due fratelli Lucci, Alessandro e Francesco autori, rispettivamente di 3 e 4 reti nello score finale.

Gaetano Nardone

Sono laureato in relazioni internazionali e trasformazione dei conflitti. Dai racconti delle persone vulnerabili nasce la mia passione per la scrittura. Mi occupo da anni di migrazione ed integrazione e di Balcani dove da volontario mi sono occupato di scrittura e redazione di articoli e reportage sul campo. Lo sport, particolarmente quello di squadra, è stato sempre al centro dei miei interessi e studi, inteso come strumento di aggregazione, integrazione ed inclusione sociale.