venerdì, Febbraio 23, 2024
A1 MaschileCIRCOLO CANOTTIERI ORTIGIAPallanuoto

L’Ortigia sfiora la vittoria contro il Brescia. Punto d’oro alla Mompiano.

Finisce in parità, 9 a 9, il big match tra i campioni d’Italia dell’AN Brescia e i biancoverdi di Piccardo. L’Ortigia sfiora il colpaccio che sfuma solo a pochi secondi dalla fine, grazie al gol di capitan Presciutti. La squadra siracusana può ritenersi soddisfatta per il risultato ottenuto. I giocatori aretusei hanno messo in acqua grinta e sapienza tattica, dal primo all’ultimo minuto, giocando una partita strepitosa sia in difesa ma soprattutto in attacco. I bresciani hanno rischiato il capitombolo interno e solo grazie a Renzuto, in versione cecchino piazzando un poker di reti, sono riusciti a conquistare un punto che sa di sconfitta. Tra i siracusani difficile dire chi sia stato il migliore in campo. Il merito di questa impresa va distribuito a tutta la squadra e allo staff tecnico che ci ha creduto e che ha preparato al meglio la partita sin dalla vigilia.

Filippo Ferrero
Filippo Ferrero autore di un gol contro l’An Brescia – foto Cinardo
AN BRESCIA – C.C. ORTIGIA 9 – 9 (2-3, 3-4, 1-1, 3-1)

È un’Ortigia ancora profondamente ferita, dopo l’eliminazione beffa in EuroCup, quella che scende in vasca nell’impianto di Mompiano. Tra i siracusani assente Di Luciano, sostituito da Giribaldi. Per il resto, tutti disponibili, compreso capitan Napolitano assente contro il Telimar. L’Ortigia entra in acqua concentrata e molto determinata, come nell’ultima partita giocata contro il Telimar. Il Brescia parte bene e colpisce, dopo vari tentativi a vuoto, con capitan Presciutti. La squadra biancoverde non si scompone e riparte veloce e precisa nei passaggi. Il Brescia spreca, complice Tempesti in versione saracinesca, l’Ortigia no. Ferrero e Andrea Condemi ribaltano il punteggio portando l’Ortigia in vantaggio. Renzuto agguanta il pari su rigore ma è Simone Rossi, a pochi secondi dalla fine, a firmare il nuovo sorpasso biancoverde. Nel secondo parziale l’Ortigia incrementa il vantaggio con Vidovic. Ai gol di Renzuto, Luongo e Lazic rispondono colpo su colpo Napolitano, Gallo e Andrea Condemi. Al cambio vasca l’Ortigia comanda, a sorpresa, nel punteggio 7 a 5.

Andrea Condemi autore di una doppietta quest’oggi – foto Cinardo.

Nel terzo tempo i ritmi si abbassano leggermente e cresce la voglia di sferrare il colpo decisivo. Di Somma scuote i suoi ed accorcia le distanze al minuto 5’03”. Gallo ha l’opportunità di ristabilire le distanze ma il mancino aretuseo si fa ipnotizzare da Tesanovic fallendo il penalty. Poco dopo arriva il pareggio di Mirarchi che fissa il punteggio sull’8 a 6 a fine terzo tempo. Il quarto parziale è appannaggio dei padroni di casa. Inizia lo show di Renzuto che segna due gol intervallati da una splendida rete di Stefan Vidovic. Quasi allo scadere del tempo, la palla del pareggio arriva tra le mani di un indomito Christian Presciutti che segna impietosamente consegnando così un punto ai suoi compagni. L’Ortigia sfiora la vittoria ma ritrova un punto fondamentale in vista delle prossime partite verso quella destinazione chiamata play-off scudetto.

Per il tabellino completo e le interviste al tecnico si rimanda all’articolo pubblicato sul sito del Circolo Canottieri Ortigia.

Gaetano Nardone

Sono laureato in relazioni internazionali e trasformazione dei conflitti. Dai racconti delle persone vulnerabili nasce la mia passione per la scrittura. Mi occupo da anni di migrazione ed integrazione e di Balcani dove da volontario mi sono occupato di scrittura e redazione di articoli e reportage sul campo. Lo sport, particolarmente quello di squadra, è stato sempre al centro dei miei interessi e studi, inteso come strumento di aggregazione, integrazione ed inclusione sociale.