mercoledì, Aprile 17, 2024
AMATORI CATANIARugby

Amatori Catania, Luca Mammana: la magia della rinascita di un capitano.

Il capitano dell’Amatori Catania Rugby, Luca Mammana, e la sua storia nel rugby, iniziata a soli 9 anni, al campo di Santa Maria Goretti. Un amore a prima vista. Che lo ha portato a calcare le scene nazionali, ai massimi livelli. Nel 2018 Luca ritorna a giocare nella propria città, in quel campo in cui ha iniziato. Per riportare la sua squadra all’apice del rugby.

Luca Mammana
Luca Mammana

A 15 anni ho cominciato a fare i primi raduni con le nazionali di categoria ed a 16 anni mi sono trasferito per la prima volta a Roma. Ho frequentato prima le varie accademie zonali e poi approdando alla federale. Il 2011, in particolare, è stato un anno bellissimo. Oltre il 6 Nazioni in U20, ho giocato il Campionato Mondiale di categoria in Italia. Per uno sportivo fare un mondiale a casa propria è sempre un sogno, nonostante la squadra si fosse qualificata all’ultima giornata, vincendo con il Tonga. E’ un’emozione grandissima cantare l’inno in casa, con tantissimi tifosi. E poi affrontare la Nuova Zelanda a Treviso, subire l’haka. Ricordi che porterò per sempre dentro di me.”

Luca Mammana
Luca Mammana (6 Nazioni U20 – Italia – Inghilterra)

“Dopo l’esperienza in Nazionale, la mia carriera si aprì alla categoria eccellenza, l’attuale Top 12. Il mio percorso mi portò prima per un anno a L’Aquila. E feci anche il permit player per gli Aironi, l’attuale squadra delle Zebre. La Top 12 ha significato per me un cambio repentino di mentalità e prospettive. Passavo ad un vero e proprio professionismo. Con tutti gli effetti collaterali del divertimento e del gioco: ho iniziato a conoscere le pressioni psicologiche di giocare in grandi club. Che bisogna imparare a gestire.”

Luca Mammana
Luca Mammana

“Poi il passaggio alle Fiamme Oro. Nel mio secondo anno abbiamo vinto una Coppa Italia a Rovigo in una partita veramente rocambolesca. Perdevamo di 16 punti a 7 minuti dalla fine della partita. Loro erano già in campo a festeggiare. In quei 7 minuti siamo riusciti a ribaltare la partita. Nell’extra time, riusciamo a conquistare un calcio di punizione, realizziamo e li superiamo di un punto. E’ uno dei ricordi più belli che conservo di quel periodo.”

Luca Mammana
Luca Mammana

“Altra cosa che mi è rimasta dentro, e continuo a rivivere sempre, è l’emozione dello spogliatoio. La partita è solo la parte finale di un percorso: per arrivare a vincere occorre un gruppo unito e armonico. E questo si costruisce all’interno dello spogliatoio, negli allenamenti, e negli attimi prima di scendere in campo. Le partite si vincono soprattutto lì.”

Luca Mammana
Luca Mammana

“E poi il mio rientro a Catania. Era un periodo in cui avevo un po’ staccato la spina. Non ero più particolarmente felice di quello che stavo facendo, non trovavo più gli stessi stimoli, soprattutto a livello personale. Avevo quasi deciso di smettere di giocare. Uscendo dalle Fiamme Oro si entra in Polizia. Lavoro che io svolgo a Roma. E, nonostante la distanza, gli impegni e i sacrifici, quando l’Amatori Catania mi ha richiamato non sono riuscito a dire di no.”

Luca Mammana
Luca Mammana con l’Amatori Catania Rugby

Il gruppo dei ragazzi dell’Amatori è stupendo. L’idea di tornare a casa mia e giocare nuovamente per i miei colori del cuore mi ha ridato la voglia di continuare con il rugby. Non è facile coniugare sport professionistico e lavoro. A volte riesco a essere con la squadra per una settimana o 10 giorni, altre soltanto per la partita. Anche se, tutti questi sacrifici, non mi hanno pesato per niente. Ho ritrovato l’entusiasmo, la voglia di giocare per una squadra, per qualcosa a cui davvero credo.”

Luca Mammana
Luca Mammana

“Mi è anche stata data una bellissima responsabilità: fare da subito il capitano. E’ qualcosa che mi riempie d’orgoglio. Come sono orgoglioso di rappresentare, con l’Amatori, la migliore squadra siciliana nel rugby e la mia città. Il gruppo è formato da 4-5 veterani e da un gruppo di ragazzi, di grandissimo talento, ma che ancora devono maturare la giusta esperienza. E’ veramente un periodo stupendo e, spero, di dare il mio contributo sia come giocatore, ma soprattutto come persona.”

Luca Mammana
Luca Mammana

L’obiettivo di quest’anno dell’Amatori Catania era, ed è, quello di fare il meglio possibile. La società si è ritrovata ad affrontare numerosi problemi poiché l’anno scorso abbiamo perso il main sponsor. Speriamo di arrivare, come lo scorso anno, ad avere un posto magari nei playoff per andare a giocare gli spareggi per la Top 12. Noi daremo il massimo. Per mia mentalità cerco di fare un passo per volta. Ma se ho accettato di venire a Catania è per la voglia di rivedere la mia squadra nel posto che merita. Là, dove è stata per tanti anni, nel massimo campionato italiano.”

Luca Mammana
Esultanza dopo una meta dell’Amatori Catania con Luca Mammana

Luca Mammana