Crea sito

World League: il Settebello si tinge di bronzo e stacca il biglietto per Tbilisi.

Grande prova della nazionale italiana di pallanuoto che, nella finale per il terzo posto del torneo di World League, batte la Spagna per 9-8. Gli uomini di Sandro Campagna hanno saputo riscattare subito l’opaca prova di ieri contro il Montenegro giocando una partita attenta e di grande intensità agonistica. Fondamentali i tanti blocchi in difesa che hanno neutralizzato i tiri spagnoli.

La nazionale italiana di pallanuoto con Sandro Campagna
La nazionale italiana di pallanuoto con Sandro Campagna

Italia parte subito forte. Gonzalo Echenique sblocca subito il risultato al 1′ seguito, un minuto dopo dal gol di Francesco Di Fulvio. Gli spagnoli reagiscono, andando in marcatura 2 volte e riagganciando il pari. Il primo quarto si chiude sul 2-2.

Gonzalo Echenique al tiro
Gonzalo Echenique al tiro

Secondo quarto con gli spagnoli che sbloccano il risultano al 5′. Gran botta dalla distanza di Sanahuja sulla quale Del Lungo non può nulla. 3-2. Gli iberici allungano al 7′, andando in gol con Barroso. L’Italia non riesce a segnare, mancano idee nel settore offensivo. La frazione si chiude sul 2-4.

Sandro Campagna
Sandro Campagna

Sandro Campagna da la scossa è la ripartenza del Settebello nel terzo quarto è folgorante. Al 1′ accorcia le distanze Stefano Luongo. E, un minuto più tardi, Jacopo Alesiani porta il risultato in parità. La Spagna però riesce a sbloccarsi e trova nuovamente il vantaggio con Munarriz per il 5-4. Ma è ancora Stefano Luongo a trovare il pareggio su passaggio di Nicholas Presciutti per il 5-5. Alla fine della frazione Marco Del Lungo lancia la palla ad Alesiani che si trova da solo davanti al portiere. Ma Lopez para chiudendo il quarto in parità.

Jacopo Alesiani
Jacopo Alesiani

Al 1′ Gonzalo Echenique, nell’inconsueta posizione di centroboa, riporta in vantaggio l’Italia. 6-5. Al 3′, però, arriva il pareggio della Spagna, realizzato da Bustos. 6-6. Nella successiva azione, su superiorità numerica, gli azzurri fanno un buon giro palla e smarcano Nicholas Presciutti al centro. Non sbaglia. Siamo sul 7-6. Ma al 5′ arriva il pareggio per la Spagna con Famera. 7-7. Un minuto dopo il colpo di genio di Echenique smarca davanti al portiere Di Fulvio. Fallo da dietro e rigore. Edoardo Fondelli, con grande freddezza, non sbaglia. 8-7.

Sandro Campagna
Sandro Campagna

Al 7′ ancora Gonzalo Echenique inventa l’ennesima prodezza. Un missile mancino da oltre 8 metri che si insacca all’angolino. Un gol strepitoso, il terzo della partita, e una prestazione incredibile per l’italo-argentino. Italia in vantaggio per 9-7. Ripresa del gioco e subito Spagna all’attacco. E arriva il gol di Mallarach in doppia superiorità numerica: 9-8 per il Settebello a 1’12” dalla sirena finale. Ultima azione per il Settebello che spreca. Ma la Spagna non è abile a ribaltare, gli azzurri riconquistano il pallone e riescono a gestire gli ultimi 30″. Chiudendo la partita sul 9-8 e la medaglia di Bronzo. Ma, soprattutto, staccando il pass per la fase finale della World League che si terrà a giugno a Tbilisi, in Georgia.

Sandro Campagna
Sandro Campagna

Filippo Sicali

Filippo Sicali

Laureato in Economia e Commercio, esperto di marketing e fotografia, ho cercato di coniugare la conoscenza della composizione dell'immagine con i moderni linguaggi digitali. Co-founder nel 2019 del progetto MFSport.net, con una linea editoriale snella ma completa, che basa sull'immagine la forza comunicativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Upcoming Events

error: Content is protected !!