Un Settebello ancora frastornato cede anche contro gli Stati Uniti.

Il Settebello non riesce a vincere neanche contro gli Stati Uniti, nella semifinale per il 5° posto, dove gli USA hanno la meglio per 7-6. Nel rigore di Di Fulvio, a 2 minuti dalla fine della gara, con il risultato in pari sul 6-6, la storia di un’olimpiade sfortunata per i nostri colori. Quel pallone, che si infrange nella testa del portiere avversario, è l’ultimo atto di un percorso non giocato bene ma anche tanto sfortunato. E come molte volte accade, l’avversario è sempre più cinico e riesce a mettere dentro quella palla che suona come una sentenza per una nazionale che non è mai riuscita a brillare nel corso di tutto il torneo. Troppi errori da parte dei nostri ragazzi e le urla di Sandro Campagna che entrano dritte, da quel lontano tempio della pallanuoto, per sottolineare un gioco che non c’è. Ed ora sarà ancora più dura andarsi a giocare il 7° posto contro il Montenegro. Occorre questo ultimo sforzo per poi rimettere tutto nello zaino per tornare a casa e cercare di azzerare tutto. La sintesi di tutto nelle parole di Sandro Campagna:

Italy ITA (white caps) Water polo, Pallanuoto Tatsumi Water Polo center Tokyo Aquatic Center 2021731 Photo Giorgio Scala / Deepbluemedia / Insidefoto

E’ la partita che rappresenta il nostro percorso. Poco incisivi in attacco e qualche errore in difesa. Queste sono partite che si vincono con pochi gol, come dimostra la semifinale Grecia-Ungheria. Bisogna stare attento dietro e davanti devi tirare con forza e determinazione. In generale non si è vista una grande Olimpiade a livello di gioco, in generale siamo tornati a 40 anni fa. Però sono importanti i solisti, i tiratori, gente a cui non trema la mano. In questi fondamentali non abbiamo giocato bene anche oggi. 

Sandro Campagna

ITALIA-STATI UNITI 6-7 (2-2, 1-3, 2-0, 1-2)  

Italia: Del Lungo, F. Di Fulvio, S. Luongo, Figlioli 2, N. Presciutti 1, Velotto, Renzuto 2, Echenique, Figari, Bodegas 1, Aicardi, Dolce. All. Campagna

Stati Uniti: Holland, Hooper 2, M. Vavic, Obert 1, Daube, Cupido, Hallock, Woodhead 1, Bowen 3 (1 rig.), Stevenson, Irving, Wolf. All. D. Udovicic

Filippo Sicali

Laureato in Economia e Commercio, esperto di marketing e fotografia, ho cercato di coniugare la conoscenza della composizione dell'immagine con i moderni linguaggi digitali. Co-founder nel 2019 del progetto MFSport.net, con una linea editoriale snella ma completa, che basa sull'immagine la forza comunicativa.