Crea sito

Terzo tempo thriller e addio alla finalissima: la maledizione del Settebello.

Ancora stregata la World League per la nazionale italiana di pallanuoto che deve cedere agli Stati Uniti per 10-8. Partita che si preannunciava non semplice per il Settebello al cospetto di una nazionale che ha dimostrato tutto il suo valore nelle partite di qualificazione. E sono proprio gli Usa a prendere subito il comando delle operazione ed a inizio di partita andare subito sul +2. Ma la reazione degli azzurri non si fa attendere: aumentano i ritmi e riescono ad agguantare gli avversari sul 3-3 con doppietta di Aicardi. Il vantaggio italiano arriva su tiro dai 5 metri su fallo di Hallock che Fondelli realizza per il 3-4 annullato poco dopo da Hooper, ancora in superiorità (4-4). Settebello con tre gol in parità mentre gli Usa registrano 3/4 con l’uomo in più.

world league italia usa
Gonzalo Echenique (Italia)

Seconda frazione con l’Italia che riesce ad allungare grazie a Echenique e Fondelli che portano gli azzurri sul +2. Botta e risposta degli americani che prima riescono a trovare il -1, poi tornano sotto grazie ad un gol di Di Fulvio per riagguantare ancora il -1 a fine frazione. E, a 26″ dal fischio, il primo colpo per il Settebello che perde la freccia azzurra Di Fulvio per il raggiungimento dei 3 falli gravi. Ma l’incubo inizia nel terzo tempo: a 6’30” l’esclusione di Aicardi per brutalità che costa agli azzurri 4′ in inferiorità numerica. La forza degli avversari e un ottimo portiere, Drew Holland, in grande giornata di grazia, portano il parziale sul 3-0 permettendo di chiudere agli USA la frazione sul 9-7.

settebello
Pietro Figlioli (Italy)

Ad inizio del quarto periodo Figlioli illude la panchina azzurra segnando il gol del -1. Ma è l’ultimo canto del cigno: gli Stati Uniti riescono a riacciuffare il doppio vantaggio e gestire bene il tempo. Per l’Italia è solo finale per il terzo posto contro la Grecia.

Filippo Sicali

Laureato in Economia e Commercio, esperto di marketing e fotografia, ho cercato di coniugare la conoscenza della composizione dell'immagine con i moderni linguaggi digitali. Co-founder nel 2019 del progetto MFSport.net, con una linea editoriale snella ma completa, che basa sull'immagine la forza comunicativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!