Si riaccendo i motori della pallanuoto: con la Coppa Italia è subito show.

La massima serie della pallanuoto ha fatto il proprio debutto nello scorso fine settimana con i turni di qualificazione di Coppa Italia. Le otto squadre entrate nella fase finale, che si disputerà a marzo 2022, sono le prime due piazzate dei quattro gironi.

Girone A – Brescia piscina di Mompiano

Nella piscina di Mompiano, casa dell’AN Brescia, i campioni d’Italia non hanno avuto alcun problema a qualificarsi come prima del girone. La battaglia è stata tutta per il secondo posto. L’Iren Quinto ha conquistato il passaggio vincendo, venerdì, la gara contro la diretta avversaria, la Rari Nantes Salerno. La prima volta nella storia per la squadra ligure nella fase finale di Coppa Italia, che esprime la propria soddisfazione attraverso le parole del coach Del Galdo: “Abbiamo raggiunto il primissimo obiettivo della stagione con il passaggio ai quarti di finale. Anche contro il Brescia abbiamo fatto una buona gara, sul finale il divario si è allungato forse perché è subentrata un po’ di stanchezza. Sono soddisfatto di quello che hanno fatto vedere i ragazzi complessivamente nelle due partite, rinnovo i miei complimenti per come si sono comportati.“

 

coppa italia
Foto dall’incontro fra Iren Quinto e Rari Nantes Salerno

Girone B – Anzio Stadio del Nuoto

Nel girone B, disputato allo Stadio nel Nuoto di Anzio, grande festa per i padroni di casa, neopromossi in serie A1. Con la Pro Recco sicura dominatrice del girone, i laziali se la sono visti per la seconda posizione con il Posillipo. Partita vera, combattuta fino alla fine in cui l’Anzio Waterpolis è riuscita di misura, 7-6, ad avere la meglio sui partenopei. Facendo scoppiare di gioia il presidente Damiani: “È una giornata storica per la società e per la città di Anzio – il commento del presidente Damiani – entrare in Final Eight da neopromossi è un risultato eccezionale! Un ringraziamento particolare lo rivolgo alla cittadinanza di Anzio che ha partecipato numerosa agli eventi, in particolare ieri abbiamo avuto un grande numero di partecipanti. Dopo le partite a porte chiuse è stato emozionante vedere tanto pubblico presente sempre nel rispetto delle regole anti-Covid”

L’urlo della vittoria di Daniel Presciutti (foto Gaetano Nardone/MFSport)

Girone C – Trieste piscina Bruno Bianchi

Nel girone C, disputato a Trieste, la Waterpolo Milano è stata la vittima di due ottime squadre, che già avevano dimostrato tutto il loro valore nel passato campionato: Savona e Trieste. Dopo le semplici vittorie contro la squadra meneghina, con la matematica qualificazione, le due squadre di vertice hanno chiuso il girone scontrandosi nell’ultimo incontro. Il Trieste è stato avanti fino agli ultimi sgoccioli di partita, trascinato da uno scatenato Mezzarobba. Ma gli uomini di Angelini hanno saputo riportare in pari la gara grazie alle reti di Molina e Fondelli. Il commento soddisfatto del tecnico giuliano Daniele Bettini. “Abbiamo giocato due discrete partite ci sono ancora tante cose da sistemare dal punto di vista tattico, è normale a questo punto della preparazione. Ma siamo sulla buona strada in vista dell’esordio in campionato”. Per la differenza fra le reti segnate, il Savona si qualifica primo del girone.

Michele Mezzarobba, il giovane talento del Trieste, autore di 5 reti.

Girone D – Siracusa Piscina Caldarella

Il girone D, giocato nella piscina Caldarella di Siracusa, ha visto le tre squadre siciliane dominatrici. Con una Lazio Nuoto ancora indietro di preparazione, è stato tutto uno show made in Sicily, con la neopromossa Nuoto Catania che ha raccolto i suoi primi 3 punti in un incontro legato alla massima serie. Ma lo scontro vero, sentito, animato e combattuto è stato quello fra le due squadre che si sono giocate la testa della classifica: Circolo Canottieri Ortigia e Telimar Palermo. Partita tirata e giocata ad alti ritmi per tutti e quattro i tempi. Dal 6-2 per il Telimar, gli aretusei riescono a rimontare fino al 6-5. E, a 25″ dal termine, recriminano per un fallo subito con palla in mano. Una Coppa Italia che conferma le grandi aspirazioni e aspettative della pallanuoto siciliana, pronta ad essere protagonista del campionato.

coppa italia
Pippo Ferrero – CC Ortigia

I commenti dei tecnici delle squadre siciliane:

Stefano Piccardo

“È stato un primo turno ottimo – il commento del coach dell’Ortigia Piccardo -, abbiamo raggiunto il primo obiettivo stagionale, che era quello di qualificarci. Abbiamo disputato la terza gara in meno di 24 ore e devo dire che la squadra mi è piaciuta tranne che nei tempi centrali. Forse eravamo un tantino stanchi e la partita si è un po’ innervosita, sfuggendoci di mano. Mi è piaciuta molto, però, la reazione nel finale contro un Telimar che considero un’ottima squadra, allenata benissimo. Quarta in campionato l’anno scorso e quest’anno rinforzatasi ulteriormente. Quindi accettiamo il risultato e pensiamo a lavorare. Dobbiamo ancora lavorare tanto, soprattutto nella parte difensiva. E anche nel chiarire qualche meccanismo d’attacco quando ci troviamo davanti a delle difese che si chiudono in questo modo. Questa è una cosa che può arrivare solamente con il lavoro e con il tempo, quindi va benissimo così”.

Gu Baldineti

“E’ stato un grande dispendio di energia soprattutto contro l’Ortigia – il commento del coach del Telimar Gu Baldineti. Partita in cui abbiamo difeso splendidamente per tre tempi e mezzo. Sono molto contento perché in così poco tempo siamo riusciti ad assimilare il gioco, concedendo davvero poco agli avversari. Abbiamo un buon margine di miglioramento, ma era fondamentale iniziare mettendoci in tasca il primo obiettivo stagionale. Sappiamo bene che i quarti che ci aspettano saranno agevoli solo sulla carta. Ma il primato di oggi fa morale, anche in vista del debutto in Euro Cup”.

Coppa Italia – Telimar Palermo vs Nuoto Catania – 18 settembre 2021 – Peppe Dato (Photo Credit Filippo Sicali – MFSport)

“Nelle prime due partite, contro Ortigia e Telimar siamo stati abbastanza efficienti in difesa e meno in attacco – il commento del coach della Nuoto Catania Peppe Dato. Di certo non è semplice giocare tre partite in meno di 24 ore. Ma sono stati dei test importanti sia per me che per i ragazzi. Oggi contro la Lazio è stata davvero una bella partita, vinta meritatamente. Ci sono dei segnali positivi ma anche tante cose da correggere e migliorare. Non dimenticando che siamo una neopromossa, e che abbiamo affrontato due delle migliori squadre che ci sono in Italia: Ortigia e Telimar”.

Filippo Sicali

Laureato in Economia e Commercio, esperto di marketing e fotografia, ho cercato di coniugare la conoscenza della composizione dell'immagine con i moderni linguaggi digitali. Co-founder nel 2019 del progetto MFSport.net, con una linea editoriale snella ma completa, che basa sull'immagine la forza comunicativa.