Serbia amarissima per il Settebello: l’Italia è fuori dal podio Olimpico.

Nella gara di quarti di finale la Serbia domina sul Settebello vincendo 10-6 e si qualifica alle semifinali dove c’è già la Spagna ad attenderla. I campioni olimpionici in carica, che nella fase a gironi avevano ceduto contro Spagna e Croazia, mettono oggi in campo la partita perfetta contro nulla può il 7 di Sandro Campagna. Una partita che ha visto sempre avanti i serbi che, anche grazie ad una prestazione mostruosa del portiere Branislav Mitrovic, è riuscita a chiudere tutti i varchi all’attacco azzurro. Già subito sotto 2-5 nella prima frazione, i serbi prendono il largo nella seconda portando il vantaggio sul +6, chiudendo all’intervallo lungo sul 3-9.

Il Settebello schierato - foto Deepbluemedia
Il Settebello schierato – foto Deepbluemedia

Se la difesa ha retto bene, sono mancate le conclusioni a rete nella seconda parte della gara. Quelle che dovevano accorciare il gap per cercare, come altre volte visto in questa olimpiade, l’aggancio nell’ultimo periodo. Invece la palla continua a non entrare e nella terza frazione l’Italia riesce ad accorciare solo di un gol lo svantaggio, mantenendo inviolata la propria porta. Ultimo periodo di assoluto controllo per la formazione di Savic che gestisce bene il pallone e riesce a chiudere in scioltezza l’incontro per 10-6. Il Settebello è mancato soprattutto nell’uomo in più, con un 5/16 troppo povero per un incontro a questi livelli. Ancora un’ottima prova del portiere Marco Del Lungo, probabilmente il migliore degli azzurri, che è riuscito anche a parare una rete al capitano avversario Filipovic.

ITA (Blue Caps) Water polo, Pallanuoto Tatsumi Water Polo center Tokyo Aquatic Center 2182 Photo Giorgio Scala / Deepbluemedia / Insidefoto

Appuntamento a venerdì 6 agosto, ancora alle 11.20 italiane, quando il Settebello giocherà contro gli Stati Uniti la semifinale per l’assegnazione dei posti dal quinto all’ottavo.

Italia-Serbia 6-10
Italia: Del Lungo, Di Fulvio 1, Luongo, Figlioli, Presciutti 2, Velotto, Renzuto Iodice, Echenique, Figari 2, Bodegas 1, Aicardi, Dolce. All. Alessandro Campagna
Serbia: Mandic 2, Dedovic 1, Randelovic, Lazic, Pijetlovic, Rasovic 2, Aleksic, Jaksic, Filipovic 3, Prlainovic 2, S. Mitrovic, B. Mitrovic. All. Dejan Savic
Arbitri Voevodin (Rus) e Stavridis (Gre)
Note: parziali 2-5, 1,-4, 1-0, 2-1. Uscito per limite di falli Renzuto Iodice (I) nel terzo tempo

Filippo Sicali

Laureato in Economia e Commercio, esperto di marketing e fotografia, ho cercato di coniugare la conoscenza della composizione dell'immagine con i moderni linguaggi digitali. Co-founder nel 2019 del progetto MFSport.net, con una linea editoriale snella ma completa, che basa sull'immagine la forza comunicativa.