Sandro Campagna: “Il Settebello deve e può stare tra le grandi del mondo”

Si è aperto ieri il collegiale della nazionale italiana di pallanuoto maschile che culminerà nel test match di domani contro la Croazia (19:30 con diretta su Rai Sport + HD). Inizia da qui il nuovo percorso del Settebello di Sandro Campagna che guarda lontano, alle Olimpiadi di Parigi 2024. Accanto alla squadra assoluta, il tecnico ha convocato una selezione di aggregati, giovani che rappresentano il futuro della pallanuoto italiana. Ma nella prima squadra c’è una novità assoluta, un classe 2002 che già lo scorso anno si è messo in luce in campionato e in Champions e, quest’anno, è diventato un punto fermo del Circolo Canottieri Ortigia: Filippo Ferrero. E’ l’inizio di una stagione molto intensa per gli impegni internazionali che culminerà coi mondiali di Fukuoka a maggio e con gli europei di Spalato a settembre.

sandro campagna
Sandro Campagna con il Settebello in collegiale a Imperia (foto Credito FB Rari Nantes Imperia)

Il commento del tecnico del Settebello Sandro Campagna

Ho convocato sia la squadra assoluta che una “papabile” formata da giovani che si sono ben distinti in campionato e nelle competizioni internazionali. E che cercheremo di preparare per questo triennio, ma soprattutto per il quadriennio successivo – commenta il commissario tecnico Alessandro Campagna. Sono giocatori che lavoreranno in orari differenti, ma staranno insieme a tutti gli altri in albergo. E formeranno la squadra che affronterà i Giochi del Mediterraneo la prossima estate. Organizzeremo ben sette collegiali durante l’inverno per curare anche la crescita individuale dei più giovani. Affinché possano aspirare all’eccellenza della calottina azzurra e non è detto che qualcuno possa passare dall’altra parte. Riguardo alla Nazionale maggiore, ho compiuto delle prime scelte, ma tutti hanno la possibilità di rientrare. Nessuno è fuori dal progetto, compresi quelli che non ho convocato. Gli esclusi avranno la vetrina di campionato e champions per dimostrarmi che hanno voglia di rientrare. 

settebello
Il Settebello in collegiale a Imperia (foto Credito FB Rari Nantes Imperia)

Si guarda anche al domani. In particolar modo al gioco mostrato alle Olimpiadi che ha evidenziato determinate caratteristiche. Cerchiamo nuove soluzioni e nuovi talenti. Si riparte con la consapevolezza che c’è grande equilibrio tra le nazionali più forti del mondo e saranno i dettagli a fare la differenza. Come non ci dovevamo sentire fenomeni nel 2019 non ci dobbiamo sentire gli ultimi della classe adesso. Nel percorso c’è stata un po’ di sfortuna e c’è qualcosa da migliorare. Ma si riparte con l’idea che il Settebello deve e può stare tra le grandi del mondo”. Primo test probante contro la Croazia, quinta a Tokyo e bronzo mondiale a Gwangju 2019 dietro a Italia e Spagna. 

sandro campagna
Il Settebello in collegiale a Imperia (foto Credito FB Rari Nantes Imperia)

I convocati nel Settebello per il “Città di Imperia Frecciarossa” 

Jacopo Alesiani, Edoardo Di Somma, Vincenzo Renzuto Iodice e Vincenzo Dolce (AN Brescia), Filippo Ferrero (CC Ortigia), Marco Del Lungo, Francesco Di Fulvio, Nicholas Presciutti e Alessandro Velotto (Esercito/Pro Recco), Gonzalo Echenique, Giacomo Cannella (Pro Recco), Andrea Fondelli, Lorenzo Bruni e Matteo Iocchi Gratta (RN Savona), Matteo Spione e Francesco De Michelis (Roma Nuoto), Luca Damonte (Ferencvaros), Luca Marziali, Mario Del Basso e Gianmarco Nicosia (Telimar Palermo). 
Lo staff è costituito dal cittì Campagna, dall’assistente tecnico Amedeo Pomilio, dal medico Vincenzo Ciaccio, dal fisioterapista Riccardo Cipolat, dal preparatore atletico Goran Volarevic, dal videoanalista Paolo Baiardini. Dirigente accompagnatore Giuseppe Marotta. 

I convocati per il progetto tecnico

Roberto Spinelli e Massimo Di Martire (CN Posillipo), Davide Occhione (Telimar Palermo), Francesco Cassia e Francesco Condemi (CC Ortigia), Andrea Patchaliev (RN Savona), Andrea Mladossich e Michele Mezzarobba (PN Trieste), Alessandro Carnesecchi (RN Florentia), Tommaso Gianazza e Alessandro Balzarini (AN Brescia). 

Filippo Sicali

Laureato in Economia e Commercio, esperto di marketing e fotografia, ho cercato di coniugare la conoscenza della composizione dell'immagine con i moderni linguaggi digitali. Co-founder nel 2019 del progetto MFSport.net, con una linea editoriale snella ma completa, che basa sull'immagine la forza comunicativa.