Regionalna Vaterpolo Premier Liga: i risultati della 2a giornata.

Qualche sorpresa nei risultati maturati ieri della 2a giornata della Regionalna Vaterpolo Premier Liga. Spicca il successo del Radnički contro la capolista Novi Beograd di Dušan Mandić mentre la Stella Rossa batte nel derby cittadino il Partizan. Nelle altre partite, vittoria agevole per lo Jug Dubrovnik contro il Mornar, del Primorac sul Budva e dello Jadran Split contro Šabac. Finisce in parità il derby croato tra Mladost e Solaris.

Le partite del girone di Budva

Primorac – Budva 13:3 (2:1, 3:2, 3:0, 5:0) Il Primorac ha battuto 13 a 3 faticando un po’ con gli avversari del VK Budva. Il match comincia bene per il Budva che gioca molto meglio e con Maxim Zhardan segna il primo gol. Draskovic segna in superiorità numerica e a 2’38” Mačić porta avanti il Primorac. Anche nel secondo tempo la squadra di Budva gioca meglio. Arriva al pareggio con Zhardan e passa in vantaggio con Ćetković. Il Primorac si sveglia e segna tre gol con Matković, Vukasović e Stanojević. Il match del Budva finisce qua. Nel terzo e quarto tempo il Primorac domina e incrementa il vantaggio fino al 13 a 3 finale.

Solaris – Mladost 5:5 (1:1, 2:2, 1:2, 1:0) Un altro pareggio per il Mladost di coach Bajić contro il Solaris Šibenik. È stata una partita molto combattuta e tirata per almeno due tempi. A fine secondo periodo il risultato era di 3 a 3 e nessuna delle due squadre è riuscita a prevalere. Ci ha provato nel terzo periodo il Mladost che ha prima segnato con Fabris e poi con il suo gioiellino Dašić, dopo il pareggio momentaneo di Goreta. Nel quarto periodo tanti errori da una parte e dall’altra fino al pareggio in extremis a 18” dal termine con il gol di Koprcina che sugella il 5 a 5 finale.

Radnički – Novi Beograd 11:10 (3:3, 3:1, 2:3, 3:3)

Era il match più atteso della giornata. Il derby tra rivali, il Radnički e il Novi Beograd capolista. Nel primo parziale le due squadre si sono equilibrate. Ai due gol di Vrlic e Ukropina hanno risposto Vlachopoulos, Mandic e Mrtinovic. La svolta del match arriva nel secondo parziale con Lukic e Toholj portano a +2 il risultato (5 a 3). Vučinić ha accorciato la distanza subito (5 a 4). Poi il Radnički ha riguadagnato un vantaggio di 2 gol dopo che Pjevancic ha segnato il 6 a 4.

Nel terzo tempo il vantaggio del Radnički è salito a tre gol. La squadra di Kragujevac ha ottenuto un tiro di rigore con Radulović che ha trasformato per il 7 a 4. Drasovic e Mandić segnano due gol per il 7 a 6 ma Jankovic ha segnato l’8 a 6 a 38 secondi dalla fine. Novi Beograd con Drasovic trova la rete del 7:8 a sei secondi dalla fine. Nell’ultimo periodo il Novi Beograd ha pareggiato due volte (8:8 e 9:9) grazie ai gol di Dušan Mandić (in copertina con la calottina del Recco). Il Radnički ha segnato nuovamente con Ćuk e con un rigore di Lukić ancora migliore in campo. L’ultimo gol del Novi Beograd lo mette a segno Vučinić ma non basta. La squadra di Kragujevac mantiene la calma e porta a casa una prestigiosa vittoria.

Le partite del girone di Belgrado

Jadran Split – Šabac 14:8 (3:4, 3:1, 3:1, 5:2) Quella tra Jadran Split e Šabac è stata una bella partita almeno per due tempi e mezzo. Šabac mette sotto nel primo periodo lo Jadran portandosi diverse volte in vantaggio chiudendo il tempo sul 4 a 3. Lo Jadran comincia a giocare con più concentrazione nel secondo periodo. Šetka e Dužević segnano il 5 a 5. Poi è Buric a 9” dal termine a portare sul 6 a 5 i croati di Spalato. Nel terzo e quarto tempo lo Jadran prende il largo nel punteggio. La squadra di mister Kljiškinjić annienta la squadra serba grazie ai suoi campioni Bukić e Delić che conducono all’importante vittoria la squadra adriatica.

Crvena Zvezda – Partizan 13:11 (3:2, 4:2, 4:3, 2:3) Uno dei big match della giornata era il derby tra Stella Rossa e Partizan. I biancorossi del nuovo coach Mirko Vičević si sono schierati con la formazione al completo. Diverse assenze importanti tra i bianconeri, tra cui il capitano Stefan Mitrovic. Nella prima parte di gioco è stata la Stella Rossa a imporre il gioco ma il vantaggio è stato solo di un gol. Nel secondo tempo il Partizan ha pareggiato con Aleksić e poi ha segnato con Vico il 4 a 3. Da quel momento la Stella Rossa ha segnato 4 gol conducendo a metà gara per 7 a 4. Nel terzo periodo i biancorossi si sono portati a +5 e solo negli ultimi minuti il Partizan ha ridotto le distanze a – 3. Nell’ultimo periodo i padroni di casa hanno controllato il match e portato a casa la vittoria.

Mornar – Jug 5:15 (1:3, 2:4, 1:5, 1:3) Partita a senso unico quella giocata a Belgrado tra il Mornar e lo Jug Dubrovnik. Troppa differenza di valori in vasca tra le due formazioni. La squadra di Kobešćak parte subito con un 3 a 0 e solo a fine primo periodo accorcia, per il Mornar, Akrap per il 3 a 1. Lo Jug nel secondo e nel terzo periodo incrementa il suo vantaggio segnando ben 9 reti con quasi tutti i giocatori in formazione. A fine terzo tempo per lo Jug il risultato è di 12 a 4, un divario troppo ampio per essere recuperato dagli avversari. Nell’ultimo periodo c’è ancora spazio per qualche altro gol che consolida la vittoria dello Jug che complice la sconfitta del Novi Beograd aggancia al primo posto i serbi belgradesi.

Oggi in programma la terza giornata a partire dalle 17. Per seguire i risultati in live si consiglia il sito della Regionalna Vaterpolo Liga.

Gaetano Nardone

Sono laureato in relazioni internazionali e trasformazione dei conflitti. Dai racconti delle persone vulnerabili nasce la mia passione per la scrittura. Mi occupo da anni di migrazione ed integrazione e di Balcani dove da volontario mi sono occupato di scrittura e redazione di articoli e reportage sul campo. Lo sport, particolarmente quello di squadra, è stato sempre al centro dei miei interessi e studi, inteso come strumento di aggregazione, integrazione ed inclusione sociale.