Crea sito

Preolimpico di Rotterdam: commenti, risultati e classifiche della 3a giornata.

Nella 3a giornata del preolimpico di Rotterdam si registrano le vittorie di Croazia e Montenegro, sempre più saldamente al comando dei rispettivi gironi. Riposava la Grecia, raggiunta in testa proprio dagli Ajkule di Gojkovic. Fanno un balzo in avanti, verso i quarti di finale, Georgia e Russia. Germania e Brasile quasi del tutto fuori dai giochi.

Gruppo A

Brasile – Montenegro 5:15 (1:3, 3: 6, 1:2, 0:4)

Dopo la roboante vittoria contro il Canada, per gli Ajkule di Gojkovic arriva una nuova facile vittoria e primo posto. Quella vista, nel secondo match di preolimpico, è stata una partita mai in discussione per i montenegrini, che hanno tenuto sempre le redini del gioco senza mai strafare. Come, d’altronde, aveva chiesto e predicato lo stesso Gojkovic. Troppo importante e decisiva la prossima sfida contro la Grecia, utile a definire la testa del girone. Contro il Brasile, i migliori in vasca sono stati Ivovic (nominato anche uomo partita a fine gara) e Petkovic che hanno messo a segno 3 reti ciascuno. Per il Brasile l’ennesima sconfitta che vale la condanna, di fatto, dell’ultima posizione del girone. A meno di fantascientifici miracoli.

Aleksandar “Leka” Ivovic premiato come uomo partita a fine gara.

Canada – Georgia 11:14 (1:3, 2:3, 4:4, 4:4)

Dopo la bella e sfortunata prova maturata, nella prima partita, contro la Grecia, arriva contro il Canada la prima e meritata vittoria per gli uomini di Stojanovic. La nazionale georgiana, oltre a una difesa attenta nei primi due parziali, deve questo successo allo stato di grazia del suo portiere e del giocatore ex Ortigia, Marko Jelaca. Il primo è stato nominato, a fine gara, uomo partita mentre il secondo, è andato a segno per ben 4 volte. Non è bastata, invece, al Canada la straripante facilità con cui Mark D’Souza è andato a segno. Le sue reti non hanno, comunque, inciso nel risultato finale ma potrebbero essere importanti ai fini di una eventuale differenza reti.

Il portiere georgiano Razmadze e il difensore Marko Jelaca protagonisti della vittoria georgiana.

Classifica Gruppo A                                                                           

1 Montenegro    4             

2 Grecia              4

3 Georgia              2

4 Canada               2

5 Brasile                0

Gruppo B

Russia – Germania 17:5 (5:1, 1:2, 5:0, 6:2)

La nazionale russa si conferma una macchina da gol seconda, in questo, solo alla capolista Croazia. E con questa vittoria balza in seconda posizione proprio dietro i croati di Tucak. Anche in questa partita, la Germania parte con un approccio molle e quasi rinunciatario. Lo stesso già visto, precedentemente, contro Olanda e Francia. Di contro una Russia spietata quanto basta e impressionante fisicamente. Merkulov è stato un incubo per la difesa tedesca, con il portiere Schenkel che ha dovuto raccogliere 6 reti proprio dal giocatore russo. I tedeschi restano ultimi a zero punti ed i quarti di finale, a questo punto, sembrano solamente un miraggio.

Il russo Merkulov autore di 6 reti nella partita contro la Germania.

Olanda – Romania 9:8 (2:1, 2:3, 2:2, 3:2)

È stata la partita più avvincente della giornata. La vittoria a favore dei padroni di casa, a 5 secondi dalla fine, grazie all’uomo in più segnato da Koopma. La vittoria di rapina risulta essere troppo crudele ed ingiusta per quanto visto in acqua. La nazionale rumena è riuscita a rimontare il momentaneo svantaggio, grazie alle grandi parate del suo portiere Tic e all’esplosività in attacco di Georgescu. Dopo il risultato di parità (6:6) raggiunto a fine terzo tempo, arriva la svolta nell’ultimo. È lo stesso Georgescu prima e Vatrai dopo, a portare in vantaggio la nazionale “tricolorii”, intervallati dai pareggi di Koopman e Van Ijperen. Sull’8 a 8 e con l’uomo in più, ad una manciata di secondi dal termine, arriva il gol vittoria di Koopman che regala una preziosa vittoria agli orange.

Il giocatore Vlad Georgescu giovane stella della Steaua Bucarest.

Francia – Croazia 10:13 (2:3, 3:2,2:5, 3:3)

Risultato un po’ a sorpresa quello maturato dai croati contro i transalpini di Vukanic. Una vittoria, quella croata, ottenuta con difficoltà dovuta da un’ottima prestazione offerta della nazionale francese. La selezione transalpina dispone di un tasso tecnico nettamente superiore, rispetto alle avversarie sommerse di gol, nei giorni precedenti, dai croati. Il punteggio è stato in equilibrio fino a metà del 3° tempo quando è arrivato il break decisivo dei croati con un secco 4 a 0 (Milos, Jokovic, Bukic e Garcia). Nonostante il 10 a 6 subito, la squadra francese non si è disunita e ha messo sotto pressione fino alla fine la nazionale di Tucak. Gli uomini di Vukanic si giocheranno adesso la qualificazione contro Olanda e Romania, con la possibilità di ottenere altrettante vittorie. I croati, forti del primato solitario, aspettano solo di conoscere la quarta classificata del girone A.

Esultanza della panchina croata dopo un gol.

Classifica Gruppo B

1 Croazia       6

2 Russia         5

3 Olanda        4

4 Francia        2

5 Romania     1

6 Germania   0

Oggi in programma le seguenti partite:

Gruppo A

Grecia – Montenegro ore 16:00

Georgia – Brasile ore 17:30

Riposa il Canada

Gruppo B

Romania – Germania ore 13:00

Croazia – Russia ore 14:30

Olanda – Francia ore 19:00

Gaetano Nardone

Gaetano Nardone

Sono laureato in relazioni internazionali e trasformazione dei conflitti. Dai racconti delle persone vulnerabili nasce la mia passione per la scrittura. Mi occupo da anni di migrazione ed integrazione e di Balcani dove da volontario mi sono occupato di scrittura e redazione di articoli e reportage sul campo. Lo sport, particolarmente quello di squadra, è stato sempre al centro dei miei interessi e studi, inteso come strumento di aggregazione, integrazione ed inclusione sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Upcoming Events

error: Content is protected !!