Crea sito

Preolimpico di Rotterdam: commenti, risultati e classifiche della 4a giornata.

Nella 4a giornata del preolimpico di Rotterdam è già tempo di verdetti ma anche di sorprese. Brasile e Germania rimaste ancora a 0 punti, devono abbandonare la competizione. Vittoria eclatante della Russia contro la Croazia mentre il Montenegro si sbarazza dei rivali greci portandosi al primo posto in solitaria. Vittoria della Romania che rientra in corsa per la qualificazione. Francia e Olanda finisce in parità assicurando ai padroni di casa il passaggio del turno.

Gruppo A

Grecia – Montenegro 4:8 (1:4, 1:1, 1:1, 1:2)

La partita giocata in Ungheria, un mese fa, è stata solo un brutto ricordo. I montenegrini, dopo essersi ripresa la testa del girone in condominio con gli ellenici sconfiggendo il Brasile, con la vittoria contro la formazione di Vlachos mette una seria ipoteca sul primo posto. È stata la partita perfetta. Una vittoria costruita, soprattutto, nel primo parziale con una doppietta di Petkovic, del solito Ivovic e Spaic mettendo a segno un 4 a 0 che manda la Grecia al tappeto. Solo il gol di Fountoulis riaccende nei greci la speranza di riaprire il match ma è solo un’illusione. La Grecia è annichilita e nei due tempi centrali non succede nulla che possa pensare ad un finale diverso. Nell’ultimo parziale il Montenegro chiude definitivamente i giochi con una doppietta del difensore Drasko Brguljan celebrato a fine match come uomo partita.

Il difensore montenegrino Drasko Brguljan in azione. (Photo credits by Balazs Czagany).

Georgia – Brasile 12:8 (3:1, 3:1, 2:1, 4:5)

La partita contro il Brasile era, per la nazionale di Vapenski e Jelaca, la prova della maturità. Dopo le belle prestazioni offerte contro Grecia e Canada, per inseguire il sogno dei quarti di finale c’era bisogno di un solo risultato, la vittoria. Che puntualmente è arrivata. La resistenza brasiliana dura solo 6 minuti. Poi la nazionale verdeoro si scioglie sotto i colpi di Shushiashvili ed Elez. Il quarto tempo è di marcatura brasiliana con Gomes e Guimaraes ma è ormai troppo tardi per sperare in una rimonta. Per la squadra di Stojanovic, che aggancia la Grecia al secondo posto, è matematico il passaggio ai quarti di finale. La partita di domani contro il Montenegro sarà proibitiva ma da oggi c’è tanta soddisfazione ed entusiasmo nella truppa georgiana.

Marko Elez, croato, naturalizzato georgiano e giocatore della Rari Nantes Salerno.

Classifica Gruppo A                                                                           

1 Montenegro    6             

2 Grecia              4

3 Georgia             4

4 Canada              2

5 Brasile               0

Oggi, in programma, le seguenti partite:

Gruppo A

Montenegro – Georgia ore 13:00

Canada – Grecia ore 14:30

Riposa il Brasile

Andre-Avallone coach della nazionale brasiliana

Gruppo B

Croazia – Russia 13:14 (5:3, 4:4, 4:4, 0:3)

Incredibile sconfitta della nazionale croata, una delle favorite alla vittoria della competizione, contro la Russia di Evstigneev. Gli uomini di Tucak perdono la prima partita del torneo e rischiano di compromettere la prima posizione adesso occupata proprio dai russi. I croati hanno giocato bene la prima parte del match, trovandosi addirittura in vantaggio di quattro reti a due minuti dallo scadere del terzo parziale. La Croazia non aveva fatto però i conti contro avversari del calibro di Kharkov e Merkulov che proprio in terra croata difendono i colori di Mladost e Jug. Con un parziale di 3 a 0 i russi completano la rimonta conquistando vittoria e primo posto.    

Kostantin Kharkov giocatore russo del Mladost e protagonista della vittoria della sua nazionale contro la Croazia.

Romania – Germania 12:7 (1:1, 4:4, 4:1, 3:1)

La Romania ottiene la prima meritata vittoria a Rotterdam e rimane in corsa per i quarti di finale. Dopo due tempi di sostanziale parità la nazionale rumena ha cominciato a macinare gioco e gol, approfittando del calo fisico dei tedeschi. Ottenendo un break di 5 reti con Radu e Ghiban, la Romania si assicura il risultato e si concentra sulla prossima e decisiva sfida contro la Francia di Vukanic. Per i tedeschi, mestamente ultimi a zero punti e fuori dalla competizione, da registrare le dimissioni del tecnico Stamm.

Athanasios Kechagias coach della Romania
Athanasios Kechagias coach della Romania

Olanda – Francia 11:11 (2:3, 0:2 ,3:4, 6:2)

Per ben tre tempi la Francia di Vukanic ha avuto la possibilità di fare bottino pieno contro i padroni di casa olandesi. Il risultato finale vede l’incredibile rimonta degli orange che con un parziale di 6 a 2, riescono ad ottenere un importantissimo pareggio a due secondi dalla fine. Per gli olandesi di Van Der Meer questo pareggio vale oro portandoli, al momento, in terza posizione. Ai francesi non resta che l’amaro in bocca per aver subito un beffardo pareggio che complica la loro posizione in classifica. E domani il match contro i diretti avversari della Romania diventa di vitale importanza.

Nenad Vukanic, coach della Francia, al time out
Nenad Vukanic, coach della Francia, al time out

Classifica Gruppo B

1 Russia         7

2 Croazia       6

3 Olanda        5

4 Francia        3

5 Romania     3

6 Germania   0

Oggi, in programma, le seguenti partite:

Gruppo B

Francia – Romania ore 17:30

Russia – Olanda ore 19:00

Croazia – Germania ore 20:30

Gaetano Nardone

Gaetano Nardone

Sono laureato in relazioni internazionali e trasformazione dei conflitti. Dai racconti delle persone vulnerabili nasce la mia passione per la scrittura. Mi occupo da anni di migrazione ed integrazione e di Balcani dove da volontario mi sono occupato di scrittura e redazione di articoli e reportage sul campo. Lo sport, particolarmente quello di squadra, è stato sempre al centro dei miei interessi e studi, inteso come strumento di aggregazione, integrazione ed inclusione sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Upcoming Events

error: Content is protected !!