Crea sito

Pallanuoto femminile: da domani le semifinali per le protagoniste della A1.

Prenderanno il via domani, dalle ore 16, le semifinali di pallanuoto femminile che decreteranno chi andrà a giocare per lo scudetto 2021. A Catania si giocherà l’eterna sfida di quest’anno fra Ekipe Orizzonte e SIS Roma. Le due squadre si sono affrontate molte volte in questa stagione ma, dopo una lunga scia favorevole alle etnee, è arrivata la cocente sconfitta nell’ultima di preliminary round. Nella sesta e ultima giornata, disputata sabato scorso, le ragazze di Marco Capanna si sono imposte, a Catania, per 5-10. Premessa per una semifinale aperta a qualsiasi risultato e da cui si aspetta il solito spettacolo a cui ci hanno abituato le due formazioni. L’obiettivo principale dell’Orizzonte è ovviamente fare proprio il risultato. Ma altrettanto importante sarebbe quello di offrire una grande prestazioni che cancelli subito la gara opaca di sabato. Le parole del presidente Tania Di Mario:

semifinali pallanuoto femminile
La panchina dell’Orizzonte con il presidente Tania Di Mario

Ad essere sincera sono più concentrata sulla performance che sul risultato. Ho giocato tante partite come questa e mi piacerebbe che le nostre atlete giocassero al massimo delle loro possibilità. Le nostre ragazze hanno lavorato tanto con Martina, è stato un anno difficile e hanno fatto moltissimi sacrifici. Quindi, indipendentemente dal punteggio finale mi piacerebbe che uscissero dall’acqua pensando di aver davvero dato tutto. In quel caso sarei contenta per loro, a prescindere da qualunque altro aspetto. Roma è un avversario forte, sarà una semifinale difficile. Abbiamo affrontato tante partite di questo tipo e sappiamo bene che queste sono sfide che si vincono e si perdono.

Il Plebiscito Padova (foto di Claudio Bosco)
Il Plebiscito Padova (foto di Claudio Bosco)

L’altra semifinale sarà un derby tutto veneto fra il Plebiscito Padova e il CSS Verona, classificate prima e quarta nel preliminary round. Sulla base dei risultati di quest’anno le prime sembrano le super favorite per accedere alla sfida finale per lo scudetto. Il Verona ha da poco iniziato una nuova fase esonerando Giovanni Zaccaria per far posto all’ex CT azzurro Paolo Zizza. Dato il poco tempo avuto per poter lavorare, difficilmente qualche risultato si potrà già vedere. Ma traspare ottimismo nella squadra come testimoniano le parole dell’attaccante Veronica Perna:

semifinali pallanuto femminili
Veronica Perna (CSS Verona)

Abbiamo le carte in regola per potercela giocare. La farà chi ha più voglia di vincere e chi delle due squadre ci crede di più, rimanendo concentrata fino alla fine. A questo punto del campionato ogni partita deve essere giocata al 100 per cento, senza risparmiarsi. In più di un’occasione la VetroCar è stata una squadra imprevedibile: sarebbe bello esserlo anche questa volta. L’Antenore è una squadra che dà filo da torcere a tutte grazie alla coesione in acqua e alla capacità di far pagare caro quasi ogni errore commesso. Se c’è una giocatrice che si nota di più è Chiara Ranalli. Pescarese come me, sono cresciuta vedendola dalla panchina e giocando al suo fianco per 4 anni. Ho sempre ammirato la sua freddezza nel tiro e la sua aggressività nel gioco.

Tutti gli articoli di A1 femminile.

Filippo Sicali

Laureato in Economia e Commercio, esperto di marketing e fotografia, ho cercato di coniugare la conoscenza della composizione dell'immagine con i moderni linguaggi digitali. Co-founder nel 2019 del progetto MFSport.net, con una linea editoriale snella ma completa, che basa sull'immagine la forza comunicativa.

error: Content is protected !!