Crea sito

Pallanuoto femminile A1: corre il Plebiscito vittorioso contro il CSS Verona.

Prosegue la corsa, nel girone di preliminary round scudetto di pallanuoto femminile, del Plebiscito Padova a punteggio pieno dopo la vittoria di oggi in casa del CSS Verona per 7-11. È delle calottine gialloblù il primo vantaggio, con un bel diagonale di Marcialis. Nella prima frazione Padova impone la propria esperienza: le giocatrici di Posterivo trovano due vincenti ed altrettante autostrade per far male a Nigro. A meno due con il rigore di Gragnolati, la VetroCar esce meglio dai blocchi nel secondo tempo e piazza il sorpasso con due botte di Bianconi e nuovamente Arianna a togliere le ragnatele dall’incrocio. Il calo dell’Antenore è un momento, chiuso con tre gol ospiti consecutivi e lo scarto del primo periodo ritornato tale.

Css Verona - Arianna Gragnolati (Paul Take foto)
Css Verona – Arianna Gragnolati (Paul Take foto)

All’inversione le padrone di casa avanzano e danno la sensazione di potersela giocare alla pari. Ranalli però mette a nudo un Verona alla lunga stanco e gravato dalle assenze, dalle settimane di stop e dalla situazione falli. Eppure negli ultimi otto minuti la VetroCar, pur subendo altri tre colpi, stringe i denti e trova un gioiello con Esposito e un’altra zampata di Bianconi. Ai microfoni si presenta uno Zaccaria sollevato.

pallanuoto femminile plebiscito padova css verona
Giovanni Zaccaria, coach del CSS Verona (Paul Take foto)

Nonostante le condizioni in cui siamo arrivati a questo match, praticamente senza allenamenti da tre settimane, sono sorpreso dallo sforzo messo dalle mie ragazze per risolvere con l’intesa i deficit accumulati in questo periodo. Padova non è mai scappato: abbiamo visto che quest’anno può mangiarsi qualsiasi avversario in Italia. Temevo una Caporetto ma stavolta non posso dire proprio nulla alla mia squadra. Forse, se proprio dobbiamo cercare il pelo nell’uovo, mi aspetterei meno sventatezza. In certe situazioni ho visto troppa ingenuità. Gli handicap che dobbiamo affrontare ci costringono per forza ad avere ambizioni ridotte per questa tre giorni. Partiamo un po’ dimesse, ma proveremo a trarne il meglio possibile.

Giovanni Zaccaria

Tutti gli articoli sul campionato di pallanuoto di A1 Femminile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!