Pallanuoto, Coppa Italia, Ekipe Orizzonte: tornare a giocare con il sorriso.

Con il primo turno di Coppa Italia, sabato e domenica prossimi, si riprende a giocare anche nella pallanuoto femminile. Il torneo, organizzato in due concentramenti, Padova e Ostia, vedrà le siciliane impegnate a Roma dove affronteranno, oltre le padrone di casa della SIS, la Vela Nuoto Ancona e l’RN Florentia. Dopo mesi di stop, c’è grandissima voglia di ritornare in vasca ed a giocare in una partita ufficiale. Che sa, un po’, anche di ritorno alla normalità. Le emozioni di Giulia Emmolo e Giulia Viacava a pochi giorni dalla ripartenza.

Martina Miceli in palestra con le ragazze dell'Ekipe Orizzonte
Martina Miceli in palestra con le ragazze dell’Ekipe Orizzonte

Sicuramente sarà emozionante giocare, perché sarà la prima partita dell’Orizzonte dopo tanti mesi. Dopo un periodo molto difficile che abbiamo affrontato tutti con il maggiore entusiasmo possibile. Sarà particolare giocare anche per il pubblico che per noi rappresenta l’uomo in più. Ma giocare sarà soprattutto bello, è la cosa che ci è mancata di più.

Giulia Emmolo
Giulia Emmolo

Siamo tornate ad allenarci dopo un lungo stop e siamo tornate più cariche, con più voglia di metterci in gioco. Grazie ad Ekipe, a Martina Miceli, Tania di Mario, Renato Caruso e tutti quelli che hanno permesso che tutto questo ritornasse ad essere possibile. E nel modo più sicuro possibile. Sarà un tornare a giocare con il sorriso.

Giulia Emmolo
Giulia Viacava
Giulia Viacava

Non vedevamo l’ora di poter giocare, di poter fare vedere quanto valiamo. La Coppa Italia è sicuramente una prova di lancio per vedere quanto siamo allenate. E finalmente riprendere i nostri automatismi, il nostro modo di giocare. Noi saremo a Roma dove, sicuramente, la squadra più difficile sarà quella dei padroni di casa. Poi abbiamo Ancora e Firenze. Daremo filo da torcere a chiunque.

Giulia Viacava