Crea sito

Pallanuoto, A1 maschile: il Quinto si impone sul Metanopoli per 11-8.

Nella prima gara del girone salvezza, il Quinto si impone, in casa, contro il Metanopoli per 11-8. Nel primo tempo, partono bene i gialloblù che al 2’ passano in vantaggio con Ravina. A soli 75” dalla conclusione della prima frazione, i biancorossi trovano la rete del pareggio con Matteo Gitto in superiorità numerica, gol che lascia l’amaro in bocca ai milanesi. Nel secondo tempo, i ragazzi di coach Gambacorta rimettono la freccia ancora una volta in avvio (1’09”) grazie a Baldineti (uomo in più). Poi, sorpasso Quinto e controsorpasso Meta. A metà del 3’, Gitto sigla la doppietta personale, sempre in superiorità numerica e, dopo 20”, Brambilla ribalta il risultato (3-2). Botta e risposta. Lorenzo Bianco rimette tutto in parità, ma Mugnaini riporta in vantaggio i genovesi soltanto 5” più tardi. A questo punto, arriva il magic moment della Metanopoli che fa preannunciare un grande successo in trasferta, invece è l’ultimo vero squillo dei gialloblù. Ravina segna il 4-4 e, a pochi secondi dall’intervallo, Alessandro Di Somma trasforma il penalty che permette ai milanesi di andare alla pausa in vantaggio di un gol (4-5).

La squadra del Metanopoli
La squadra del Metanopoli

Nel terzo tempo il Quinto trova subito il pari con Guidi in superiorità numerica. Dopo un minuto, il Metanopoli riesce a trovare ancora il vantaggio. Ma, nel finale di frazione, i biancorossi mettono a segno lo scatto decisivo che varrà i 3 punti. Nel giro di 90”, Panerai e Gitto (tripletta e uomo in più) ribaltano il match una volta per tutte (7-6). Nel quarto tempo, la Metanopoli naufraga. Nora sfrutta l’ennesima situazione di superiorità numerica (1’09”). Poi, nel giro di 15”, arriva il doppio schiaffo del Quinto che mette in ghiaccio la vittoria in anticipo. I ragazzi di Gambacorta provano ad accorciare le distanze con Monari (uomo in più). Ma, ormai, è troppo tardi e a ribadirlo è la seconda rete di Inaba. Negli ultimi 3’, i padroni di casa controllano il vantaggio fino al fischio finale.

error: Content is protected !!