Olimpiadi di Tokyo 2020: Serbia ancora regina contro una bellissima Grecia

E’ stata una grandissima finale olimpiaca quella disputata a Tokyo 2020 nella pallanuoto maschile fra Serbia e Grecia vinta dai balcanici per 13-10. Un vero spettacolo ed un inno ad uno sport affascinante e intenso. I serbi sono riusciti a stare davanti per tutto l’incontro ma davanti hanno avuto una Grecia mai doma. Che, dopo un primo periodo a favore dei balcanici ha saputo ritrovare il pari a pochi secondi dal fischio finale del secondo periodo. Ma anche in questa occasione si è vista la freddezza degli avversari che, a 0,04″, hanno saputo riconquistare il vantaggio con Prlainovic, uno dei giocatori simbolo di questa Serbia.

Andrija Prlainović (Serbia)
Andrija Prlainović (Serbia)

Gli uomini di Vlachos hanno avuto il merito di non mollare mai e arrivare all’inizio del quarto periodo in svantaggio di una sola rete. Ma qui è venuta fuori tutta l’esperienza di un grande gruppo che ha fatto la storia della pallanuoto. 3 reti, firmate da Mandic, Jaksic e Prlainovic, mandano in fumo i sogni d’oro dei greci che non riescono più a reagire. Ma anche loro hanno scritto oggi una pagina importante nella storia della pallanuoto ellenica: un argento, prima medaglia assoluta nella loro storia olimpica, che rappresenta il giusto premio per una squadra di cui sentiremo ancora parlare.

Filippo Sicali

Laureato in Economia e Commercio, esperto di marketing e fotografia, ho cercato di coniugare la conoscenza della composizione dell'immagine con i moderni linguaggi digitali. Co-founder nel 2019 del progetto MFSport.net, con una linea editoriale snella ma completa, che basa sull'immagine la forza comunicativa.