Crea sito

LEN Euro Cup: con le vittorie di ieri, OSC e Szolnok proiettate in finale.

Le partite di andata di LEN Euro Cup parlano ungherese. Con le vittorie di ieri, manca ormai poco alle squadre ungheresi dell’OSC e dello Szolnok per staccare il biglietto per la finale. In un derby che garantirebbe all’Ungheria di portare a casa un nuovo trofeo pallanuotistico europeo.

OSC – Vouliagmeni 10:7 (4:2, 3:0, 2:3, 1:2)

Stavolta non è riuscita la goleada all’OSC per garantirgli una maggiore sicurezza al ritorno. Eppure, tra il primo e il secondo quarto, gli ungheresi avevano già accumulato un buon margine di gol (7 a 2 a fine secondo tempo) per proiettarsi con meno preoccupazioni alla gara di ritorno. Ad inizio del terzo parziale il Vouliagmeni ha cambiato passo e ha cominciato a macinare gioco riducendo lo svantaggio iniziale. A guidare la riscossa greca l’attaccante Gouvis che ha trasformato l’uomo in più che ha ridotto lo svantaggio a meno 3 (9 a 6) ma sul capovolgimento di fronte il giocatore dell’OSC, Marton Toth, ha siglato immediatamente il 10 a 6. Tuttavia, a 19 secondi dalla fine, ci ha pensato il croato Luka Lozina a ridurre lo svantaggio fissando il risultato sul 10 a 7 per gli ungheresi. In Grecia, tra una settimana, non sarà una passeggiata per l’OSC che avrà solo un vantaggio di 3 gol.

Il giocatore dell’OSC Budapest Csacsovszky autore di due reti nel match contro il Vouliagmeni.
Stella Rossa – Szolnok 12:20 (1:4, 5:6, 2:6, 4:4)

Lo Szolnok ha cominciato in maniera devastante la sua partita contro la Stella Rossa. Nella partita di andata, della semifinale di LEN Euro Cup, giocata ieri a Belgrado, è stato determinante l’ex giocatore della Stella Rossa, Radomir Drasovic segnando i due gol iniziali. Schmolcz e Teleki hanno incrementato il vantaggio della squadra ospite interrotto dall’unico gol serbo prodotto da Sulc. I serbi hanno lottato duramente e hanno cercato di tenersi il più vicino possibile alla squadra rivale. Nel secondo parziale, la squadra del coach biancorosso Filipovic ha perso 5 a 6 contro i forti ungheresi. Grande prestazione per il serbo Dusko Pijetlovic che ha trasformato l’uomo in più all’ultimo secondo che ha portato il risultato sul 10 a 6 per lo Szolnok. Nel terzo parziale gli ungheresi hanno ripreso la loro marcia producendo 6 reti che hanno incrementato il vantaggio fino al punteggio di 16 a 8. Il quarto parziale è stato più equilibrato e terminato con il risultato di 4 a 4. Gli attacchi hanno funzionato bene, quello serbo con Tankosic e Subotic mentre per gli ungheresi Schmolcz e Angyal che hanno incrementato il vantaggio per lo Szolnok. Tra 7 giorni il ritorno a Budapest.

Radomir Drasovic, ex giocatore dello Sport Management, autore di una tripletta contro la sua ex Stella Rossa.

Gaetano Nardone

Gaetano Nardone

Sono laureato in relazioni internazionali e trasformazione dei conflitti. Dai racconti delle persone vulnerabili nasce la mia passione per la scrittura. Mi occupo da anni di migrazione ed integrazione e di Balcani dove da volontario mi sono occupato di scrittura e redazione di articoli e reportage sul campo. Lo sport, particolarmente quello di squadra, è stato sempre al centro dei miei interessi e studi, inteso come strumento di aggregazione, integrazione ed inclusione sociale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!