Il Setterosa fallisce troppe occasioni e perde contro la Grecia 12-9.

Il Setterosa non riesce ad allungare la striscia positiva nella strada dell’Europeo di Spalato. Nella sfida che valeva la finale continentale, le ragazze di Carlo Silipo restano in gara per un tempo prima di vedere le greche allontanarsi verso una meritata vittoria (2-2, 4-2, 4-3, 2-2). La sintesi della partita nelle parole del CT azzurro:

Carlo Silipo durante un time out (foto di Gaetano Nardone)
Carlo Silipo durante un time out (foto di Gaetano Nardone)

Tatticamente loro hanno preparato bene la partita. La loro zona M ci ha messo in difficoltà, però bisogna anche dare atto che in attacco si sono espresse con maggiore scioltezza ed hanno segnato molti gol a uomini pari. Mi aspettavo una maggior presenza delle ragazze in acqua e invece abbiamo fallito tante occasioni in superiorità. Ora ci aspetta una finale per il bronzo ancora contro l’Olanda. Dovremmo recuperare energie fisiche e mentali dopo un torneo comunque da protagonisti.

Valeria Palmieri, capitano del Setterosa (Foto Gaetano Nardone)
Valeria Palmieri, capitano del Setterosa (Foto Gaetano Nardone)

Amaro anche il commento del capitano Valeria Palmieri che mette in luce i punti di debolezza di una partita che le ragazze della nazionale italiana dovranno bene analizzare perché ancora c’è in palio un prestigioso terzo posto:

Purtroppo rispetto alla partita contro la Spagna abbiamo giocato più individualmente e meno di squadra. Forse la tensione o qualche altro fattore, ma dobbiamo analizzare bene questa sconfitta. Ora per fortuna abbiamo la possibilità di conquistare una medaglia proprio contro l’Olanda che ci ha escluso dal podio due mesi fa a Budapest. Bisognerà raccogliere le ultime forze per provarci

Roberta Bianconi (Foto Gaetano Nardone)
Roberta Bianconi (Foto Gaetano Nardone)

Anche per la veterana Roberta Bianconi il merito della vittoria va tutto alle avversarie che hanno saputo ben preparare e interpretare in maniera impeccabile la gara:

Loro ci hanno messo sempre in difficoltà nel passato, hanno meritato. Ci abbiamo capito poco quello che stava succedendo in acqua. L’hanno preparata bene e hanno strameritato. Adesso dobbiamo visionare gli errori e  affrontare l’Olanda contro cui un conto in sospeso. Bisognerà raccogliere forze mentali e cattiveria per prenderci quello che ci hanno tolto due mesi fa

Azzurre per il bronzo venerdì 9 settembre alle 19.00 contro l’Olanda, che ci sfilò il terzo gradino del podio iridato il 2 luglio scorso a Budapest (7-5). Speriamo che sia la volta buona. Forza Setterosa!

Filippo Sicali

Laureato in Economia e Commercio, esperto di marketing e fotografia, ho cercato di coniugare la conoscenza della composizione dell'immagine con i moderni linguaggi digitali. Co-founder nel 2019 del progetto MFSport.net, con una linea editoriale snella ma completa, che basa sull'immagine la forza comunicativa.