Crea sito

Domani Ortigia – Trieste vale l’Europa. Tempesti: niente è impossibile.

Dopo la gara di andata per il 5° posto che ha visto prevalere il Trieste per 13-10, il ritorno di domani per l’Ortigia vale l’accesso in Europa. Una partita fondamentale per la squadra aretusea che, dopo un avvio di stagione che l’aveva proiettata nel ghota della pallanuoto europea, ha subito un calo che l’ha messa fuori dalla Final Four scudetto. Un finale di stagione che ha visto anche la mancanza di colui che ha reso possibile la grande ascesa del club negli ultimi anni. Stefano Piccardo, risultato positivo al Covid, dopo tre settimane non si è ancora negativizzato. E dovrà lasciare ancora il comando a Goran Volarevic. L’analisi della situazione dal portiere dell’Ortigia ed icona della pallanuoto Stefano Tempesti.

ortigia trieste
Stefano Tempesti (CC Ortigia)

Tre gol di svantaggio sono tanti, ma è anche vero che se fai una buona partenza si possono recuperare. È una gara alla nostra portata, che certamente va preparata molto bene, contro un avversario di altissimo livello. Niente è impossibile ma dobbiamo essere consapevoli che ci aspetta una grande battaglia. A Trieste ci è mancato l’approccio alla gara, purtroppo poi a loro è girato tutto bene e a noi è andato tutto male. È un fatto di concentrazione, di presenza e di saper sfruttare al meglio anche gli errori dell’avversario. Loro sono stati più bravi in questo e a ogni minima distrazione ci hanno punito severamente. Quindi dobbiamo far sì che questo rapporto si inverta e che siamo noi a sfruttare ogni loro minima distrazione. Lo ripeto: è un match alla nostra portata, se abbiamo un approccio e una concentrazione degni dell’Ortigia.

ortigia trieste
La squadra della Pallanuoto Trieste

Dall’altra parte c’è una squadra ottima e ben strutturata che è andata in crescendo proprio a fine campionato. I ragazzi di Daniele Bettini hanno preparato il match più importante del campionato nei minimi dettagli. Si sono allenati pure nella vasca scoperta del Centro Federale e stamattina sono partiti alla volta di Catania. Stasera è in programma l’ultima rifinitura nella piscina di Siracusa, per provare ad abituarsi meglio a delle condizioni ambientali inusuali. Le parole del tecnico, Daniele Bettini:

Siamo motivati e carichi ma allo stesso tempo perfettamente consapevoli di dover affrontare un avversario fortissimo e che proverà in tutti i modi a superarci. Quest’anno hanno disputato la Champions League, daranno tutto per giocare di nuovo in Europa anche la prossima stagione. Siamo pronti, abbiamo 3 gol di vantaggio, ma non è certo un gap rassicurante. Loro inizieranno forte, metteranno in acqua aggressività e fisicità. Noi dovremo ripetere la prestazione dell’andata, quindi controllo del pallone e precisione nella fase di finalizzazione.

Tutti gli articoli di A1 Maschile

Filippo Sicali

Laureato in Economia e Commercio, esperto di marketing e fotografia, ho cercato di coniugare la conoscenza della composizione dell'immagine con i moderni linguaggi digitali. Co-founder nel 2019 del progetto MFSport.net, con una linea editoriale snella ma completa, che basa sull'immagine la forza comunicativa.

error: Content is protected !!